#NOSUPERGREENPASS
Rimandato al 2022 l'evento finale in presenza

LA NOTA DEL DIRETTORE ARTISTICO CONTRO LA NUOVA MISURA DISCRIMINATORIA.

Riportiamo di seguito le dichiarazioni del produttore e regista Luigi Pastore:

"Ancora una volta sono costretto a prendere posizione nei confronti di una misura ulteriormente discriminatoria rispetto alla precedente introduzione del green pass.

Non è mia intenzione negare la gravità della pandemia, ma trovo insopportabile punire con misure ancora più restrittive chi rifiuta liberamente e legalmente di sottoporsi alla campagna vaccinale.

Dal prossimo 6 Dicembre e fino al 15 Gennaio 2022, infatti, anche chi si sottoporrà al tampone rapido per ottenere il green pass con validità di 48h, pur risultando negativo, non potrà accedere a spettacoli cinematografici, eventi, ristoranti e ad altre forme di intrattenimento e convivialità.

Senza entrare in polemica,  nel rispetto di tutto il pubblico nessuno escluso, ho ritenuto opportuno rinviare l'evento finale a nuova data quando sarà terminato questo perido di massima restrizione.

Mi scuso per questa decisione, ma non me la sento di investire risorse ed energie per un evento riservato a pochi e non a tutti.  L'appuntamento è solo rimandato, ma l'impegno resta sempre quello di organizzare una grande festa in presenza e premiare i vincitori dell'edizione 2021. Grazie a tutti."

#NOGREENPASS
Rimandata l'edizione in presenza:

LE MOTIVAZIONI DEL DIRETTORE ARTISTICO.

luigi pastore.jpg

L'entrata in vigore del green pass ha sollevato numerose proteste in tutta Italia,  con una serie di manifestazioni che hanno visto la sentita partecipazione di esponenti del mondo della cultura e dello spettacolo.

Tra questi, anche il direttore artistico dell'Italian Horror Fantasy Fest, il regista Luigi Pastore, che ha motivato la scelta di rimandare l'edizione in presenza per non discriminare chi non condivide, o è impossibilitato ad ottenere, il lasciapassare.  

Una scelta ideologica, ha spiegato Pastore, non perché si è contrari al vaccino o si neghi l'esistenza del virus ma perché, ancora una volta, viene danneggiato il mondo della cultura e dell'intrattenimento.: "L'istituzione del green pass è una forzatura, una misura eccessiva che limita la libertà individuale e il libero pensiero. Esistono ormai protocolli collaudati e cure efficaci contro il virus, ma si persevera con una campagna mediatica di terrore  e con una serie di informazioni e regole incoerenti e confusionarie.  In questo clima di incertezze e con lo spauracchio di una nuova ondata di contagi e minacce di altri lockdown, per me è inconcepibile organizzare un evento con queste limitazioni. Rispetto il parere di tutti, sono rispettoso delle istituzioni, ma ritengo giusto esprimere democraticamente un parere contrario ad una misura fortemente discriminatoria e in netto contrasto con i diritti  fondamentali dell'uomo. Probabilmente questa mia scelta troverà in disaccordo molti colleghi artisti e anche il pubblico, ma preferisco pensare e sbagliare con la mia testa piuttosto che adeguarmi al pensiero unico.  Ero molto motivato nell'organizzare un evento in presenza, una festa per tutti, ma sono costretto a rimandare ancora una volta e continuare con l'edizione online. " 

 

L'Italian Horror Fantasy Fest continuerà la sua programmazione sulla piattaforma e sui canali social.